GioiaCordovani

CENNI BIOGRAFICI   


Nasco in Tanzania  ma la mia estrazione artistica ha radici in Toscana, dove ho conseguito la maturità al liceo artistico , per poi frequentare l’Accademia di Moda e Costume a Roma, dove attualmente risiedo e opero. Dagli anni 80 fino  agli anni 2006  la mia professione è quella di designer di moda, e costumista  teatrale.
Moda, non come espressione di appartenenza  o identificazione  sociale, ma come fusione  puramente estetica  trà forme e colori. Successivamente mi  immergo nuovamente nella pittura,  effettuando sia rappresentazioni  con i cento pittori di via Margutta che  molteplici mostre: collettive e personali ,trà le quali  esposizione  al Museo s. Paolo di Roma. Nel  2010  varie pubblicazioni sulla rivista  Arte e Cultura  “ContemporArt”. ESPOSIZIONE PERMANENTE di alcune opere nuova galleria “segnidisogni “ via fonte buono 35 Roma. Avendo come punto di riferimento sempre l’immagine femminile, mi piace scavare l’anima, lasciando il compito a chi guarda  di trovare,  da uno sguardo, da un’ombra , una luce, tutto un mondo interiore.  Mi esprimo con tecniche miste, acrilici e paste da me composte , per soddisfare la mia esigenza primaria che è quella della continua sperimentazione. Ci si pone una domanda: “cos’è l’arte ?” Dufrenne definisce la pratica dell’arte come un gioco,  a cui si gioca per il piacere e la  gioia di giocare, ispirati da un desiderio di bellezza, al di là del fatto che tale gioco sia un lavoro utile e redditizio. Io oserei aggiungere che l’ espressione artistica è un prolungamento di noi stessi, più di un figlio. Un figlio ha una vita a se stante, quello che crei è l’essenza di te!
 Alcuni commenti su di me nelle manifestazioni :
-La tua espressione artistica nella molteplicità femminile, suggerisce una varietà di interpretazioni che coinvolge. Complimenti e grazie Gioia, per l’occasione offerta di partecipare al tuo interessante e piacevole mondo. Come dicono i latini “nomen omen “ Il destino nel nome. Un caro saluto. Maria Luisa.
-Brava mamma sei stata bravissima. Ti voglio tanto bene. Daniele
- Gioia cordovani non ha esitazioni, orgogli o paure, fisime o macerazioni. Splendidamente accetta il difficilissimo confronto con la realtà non mediata. Con la tranquillità della stesura accurata, fissa la staticità del dinamismo emozionale. Il suo mondo pittorico viene cosi’ a costruirsi in una sorta di spazio, dove la linea e il colore si fondono in modo essenziale. Dove c’è fusione trà  tenerezza profonda e passione. Difficile rimanere immuni dalla sua toccante poetica, dove l’amore è la sola grande risposta.  FemminArt Gruppo.

                 
                               
Contatti Home